Nino è rimasto in Calabria, la ama e la vive da giovane giornalista

Ciao Hub Calabria,
mi chiamo Nino, vivo in Calabria e lavoro come giornalista per GianlucaDiMarzio.com e come collaboratore esterno per SkySport.it.

Il mio lavoro, lo ammetto, mi dà soddisfazione. Ho sentito per anni ripetere da più parti – e in riferimento a qualsiasi settore lavorativo, non solo quello relativo al mondo della comunicazione – che in Calabria, ma più in generale in tutto il Sud Italia è quasi impossibile lavorare, provare a crearsi un futuro: non è così.

In Calabria ci sono delle difficoltà è vero, così come ce ne sono per i giovani che cercano lavoro in qualsiasi altra regione d’Italia: pro e contro differenti legati a diversi fattori, ma non vedo un divario così netto come molti vogliono far credere.

Io ho sempre sognato di fare il giornalista e ho iniziato a scrivere per alcune testate regionali nel 2010, quando ancora non avevo nemmeno completato il mio percorso di studi universitari. Ho sempre voluto scrivere solo di sport ed ho iniziato a farlo per Calabria Ora (divenuto poi L’Ora della Calabria) occupandomi inizialmente di calcio dilettantistico: Promozione ed Eccellenza. L’aver raccontato alcuni storici successi legati alla squadra del mio paese, Brancaleone, è una delle cose che più mi rende orgoglioso, nonostante oggi ho la fortuna di poter scrivere di calcio nazionale e internazionale. Con il passare del tempo mi è stato assegnato il compito di occuparmi della Serie B e, nei periodi estivi, di calciomercato.

Dopo il fallimento del gruppo editoriale di cui faceva parte l’Ora della Calabria ho iniziato a collaborare con diverse testate giornalistiche online, fino al novembre 2013 quando ho avuto l’enorme fortuna di entrare a far parte della redazione di GianlucaDiMarzio.com. Una scuola di vita, prima ancora che una palestra professionale unica: Gianluca Di Marzio e il suo staff rappresentano l’eccellenza in questo settore e io sono molto felice di essermi ritagliato un ruolo importante all’interno di questa splendida realtà che vivo quotidianamente ormai da cinque anni.

Tutto quello che so lo devo all’esperienza maturata dentro questo sito, agli insegnamenti che ho ricevuto e che continuo a ricevere ogni giorno: iniziando da Gianluca, il nostro capitano, proseguendo per i miei colleghi più esperti, fino ad arrivare ai nuovi collaboratori che si affacciano alla nostra realtà. E’ un continuo scambio di conoscenze, dove tutti imparano da tutti: la forza del gruppo come traino per migliorare e spingersi sempre oltre.

Negli ultimi mesi poi ho iniziato a collaborare come contributore esterno anche per il sito di SkySport.it, altra esperienza fantastica che sto vivendo con passione ogni giorno. Passione e sacrificio, perché fare il giornalista non è un mestiere semplice come erroneamente in molti credono: dietro ogni notizia c’è un lavoro maniacale che non conosce orari. Specialmente durante il calciomercato lo smartphone diventa il compagno inseparabile della tua giornata, si dorme poco, ma l’adrenalina è tanta. E poi, fare il mestiere che si è sempre sognato di fare è la vera e propria arma in più: una spinta fondamentale nei momenti più difficili.

Anche io, come molti, ho pensato di lasciare la Calabria e a volte ci penso ancora. Non si può escludere nulla nella vita, ma finché avrò la possibilità di scegliere, sceglierò sempre la Calabria.

Come vivo il mio lavoro in Calabria
Nonostante i punti di debolezza della regione, in questo ambito lavorativo, le difficoltà cui si può andare incontro sono quasi azzerate dalle tecnologie: con tutti i pro e i contro del caso. Ma sono un aiuto enorme.

Il mio legame con la Calabria
Amo la mia terra, ho i miei affetti più cari qui, senza il mare non penso che riuscirei a vivere. Tante volte mi lamento dei difetti di questa Terra, ma il mio è un grido d’amore: amo la Calabria e sono molto legato alle mie origini.

Un suggerimento
In Calabria ci sarebbe tanto da migliorare, iniziando dalle cose più pratiche: prestare più attenzione alle cose giornaliere, iniziare a migliorare quelle per innalzare la qualità della vita. Poi, per il resto dovrebbe entrare in gioco la politica provando a valorizzare in ogni modo i mille pregi che questa terra ha.

Una delle cose che maggiormente adoro del mio lavoro è il contatto continuo e costante con tante persone. I calabresi in giro per il mondo sono tantissimi ed è sempre una sensazione molto bella sentire, anche solo telefonicamente, il loro affetto per una terra che ogni calabrese porta nel cuore.

Ai giovani calabresi dico

“Siate orgogliosi delle vostre origini e credete nella rinascita di questa terra.”

A chi volesse intraprendere la professione di giornalista consiglio di contattare il sindacato di categoria. Qui il link –> www.giornalisticalabria.it


Se hai domande per Nino scrivi una email ad hubcalabria@gmail.com o contattaci su Messenger!

Clicca QUI per leggere altre storie di calabresi nel mondo e in Calabria!

Se anche tu hai una storia da raccontare, scrivi una email ad hubcalabria@gmail.com o contattaci su Messenger.
Leggi, commenta e condividi questa e le altre storie sui social 😉