Antonio ha scelto di offrire un servizio in Calabria per renderla un posto migliore

Ciao Antonio! Sei un giovane calabrese che ha deciso di rimanere nella sua terra. Come vivi questa condizione?

Non vivo passivamente la mia condizione, perché è una scelta. Siccome considero la Calabria casa mia, cerco di valorizzarla a modo mio, offrendo un servizio. Credo sia estremamente triste pensare che queste zone non meritino servizi, siamo noi che dobbiamo offrirli, siamo noi la Calabria e siamo noi a dover dare un’impronta a questa terra.

In generale, non ritengo giusto che per alcune regioni sia scontata la presenza di alcuni servizi, mentre per altre non lo sia. Eppure non stiamo parlando di cose impossibili da realizzare.

Della Calabria mi piace
La sensazione di pace, di serenità e di casa che mi dà. Nonostante le sue contraddizioni, le sue sfortune ignobili, la condizione sociale precaria, io in Calabria mi sento a casa. Ogni volta che mi allontano per un viaggio, quando torno sento lo spirito di appartenenza.

Di questa terra non mi piace
Lo stato di abbandono in cui versa, nella più totale indifferenza della classe politica, che bada a dare spettacolo nei propri salotti. Di fatto, i calabresi non hanno sostegno reale per poter restare e perciò vanno via.

C’è un esodo continuo: i giovani nascono, crescono e abbandonano la propria terra. Questo perché non possono sperare di crearsi un futuro qui. La Calabria la immagino come una bella donna trascurata e messa in un angolo.

Vorrei dire questo ai giovani calabresi

“Rendete la Calabria bella come la vorreste vedere”

La maggior parte di coloro che se ne vanno lo fa perché non trova lavoro, ma, se avete la possibilità, cercate di creare qualcosa per la vostra terra, per renderla migliore, più bella e funzionale. Create dei servizi per chi rimane, indipendentemente dagli ostacoli che potete incontrare. Dobbiamo rendere questo posto come merita di essere. La nostra non è una regione di serie b e dobbiamo sempre farla migliorare. Lo dobbiamo al nostro territorio, alle nostre radici, alla nostra cultura, affinché niente vada perso.

Tutto ciò che facciamo per la nostra regione merita interesse. Il progetto di Hub Calabria mi piace molto perché nasce dalla volontà di valorizzare il nostro essere calabresi. Credo che molti ragazzi lontani potranno trovare utile il blog e sentirsi un po’ più vicini alla loro casa.

Grazie Antonio 🙂


Scritto da Nadia D’Apa ✌

Se anche tu hai una storia da raccontare contattaci su Messenger o scrivi una email ad hubcalabria@gmail.com 💌